Passa ai contenuti principali

Correzione in corso

C'era da aspettarselo. Dopo una corsa simile anche il prezzo del bitcoin doveva arrestarsi. Anzi dopo aver toccato più e più volte i massimi di sempre, sfondando il muro dei 1800 dollari, ora il prezzo sta addirittura calando sensibilmente. Attualmente un bitcoin costa circa 1700 dollari.



Gli analisti la chiamano correzione. Il prezzo non può sempre salire, anche perchè chi compra e realizza un guadagno del 50% o maggiore in poche settimane, non ci pensa troppo a vendere e chiudere un'operazione dal punto di vista finanziario eccezionale.

Post popolari in questo blog

Nuovo convertitore di criptovalute

Ecco a voi CRYPTOCURRENCY CONVERTER, il nuovo convertitore di valute, o meglio di criptovalute. Utilissimo e semplicissimo da usare.

Basta scegliere una qualsiasi criptovaluta (ci sono proprio tutte, dal Bitcoin all'ultima Altcoin uscita), inserire la quantità desiderata da convertire e "magicamente" il sito restituirà il prezzo (ovviamente in tempo reale) in bitcoin, dollari, euro, rubli e yuan contemporaneamente.

Nell' immagine seguente la schermata iniziale del tool:


Poi su "Seleziona Valuta" si sceglie la moneta virtuale da convertire:


Per esempio abbiamo scelto i Monero, inseriamo la quantità, schiacciamo il tasto "Converti" e avremo il suo valore in tempo reale in Bitcoin, dollari, euro, rubli e yuan:


http://www.cryptocurrency-converter.com/it/

Il Fork non fa paura

Nonostante i problemi che sta attraversando, il prezzo del bitcoin regge, anzi, anche se a piccoli passi, continua a crescere inesorabilmente.
Le transazioni, se non accompagnate da generose fee, rimangono molto lente e le voci di un possibile "fork" si fanno sempre più forti.
La lotta intestina tra gli sviluppatori del bitcoin è sempre più aspra.



Chi vuole il "fork" per aumentare la dimensione dei blocchi e quindi rendere le transazioni più veloci e chi invece vuole solo fare delle piccole modifiche al codice senza stravolgerlo. Anche l'intera comunità di utilizzatori e appassionati è divisa.
Malgrado ciò il prezzo si aggira sui  1105 euro per bitcoin!

TaaS: Token as a Service (ICO)

Questa ICO è una delle più calde del momento. Da quando è stata lanciata (27 marzo 2017) ci hanno già partcipato 1727 investitori e sono stati raccolti la bellezza di 3.000.000 di dollari pagati soprattutto in criptovalute: maggior parte in bitcoin ed ethereum; è anche possibile investire in dollari.

Questa ICO terminerà il 27 aprile2017 e i fondatori di TaaS sperano di avvicinarsi il più possibile alla cifra di 9000 bitcoin, capitale che ottimizzerebbe al massimo lo sviluppo di questo progetto. Iscrivendosi al loro sito e investendo nel loro progetto, in cambio si avranno dei tokens (in italiano gettone). Chi partecipa per prima riceverà dei bonus e riceverà maggiori token. I bonus sono divisi in scaglioni di 1000 bitcoin, ogni volta che si raggiungono 1000 bitcoin i bonus diminuiscono fino ad azzerarsi dai 9000 BTC in su raccolti. Questo è lo schema completo del bonus: 1000 BTC25%2000 BTC 22,50%3000 BTC20%4000 BTC17,50%5000 BTC15%6000 BTC12,50%7000 BTC10%8000 BTC7,50%9000 BTC5%9000+ B…